arrow-left Attici

Un piccolo paradiso di relax

Al piano attico di un palazzo nel centro di Bergamo si trova un piccolo paradiso di relax.

Credits

Progettazione d’interni

Zenucchi Design Code

Il progetto architettonico è firmato dallarchitetto Giorgio Donati con la preziosa collaborazione di Zenucchi Design Code, per gli interni.

L’immagine è quella di una cartolina che raffigura un paesaggio arroccato, delimitato dalla cornice di un quadro. In realtà si tratta di una finestra che affaccia su un ampio terrazzo dal quale si può godere lo skyline di Bergamo Alta. Una stanza all’aperto, progettata dall’architetto Giorgio Donati in collaborazione con Zenucchi Design Code. Una fruttuosa partnership che ha saputo donare a questo luogo, non facile e non scontato da gestire, una sensazione di pace e di relax. La scelta del colore degli arredi virata nelle palette dei tortora, che riprendono il pavimento, ha conferito a questo spazio immenso una piacevole sensazione di armonia e intimità. In realtà questo era un terrazzo con notevoli potenzialità ma, proprio per la sua importante dimensione, difficile da gestire e da arredare.

La volontà dei committenti era quella di creare delle piccole “isole” funzionali, destinate ad usi diversi, comunicanti tra loro, ma non troppo vicine. Il rischio era quello di voler riempire tutto lo spazio, senza ottenere l’obiettivo che si voleva raggiungere. Ma la progettazione architettonica e dell’arredamento hanno saputo coniugare gusto e raffinatezza e conseguire un risultato eccellente.

I due ambienti sono stati virtualmente separati dalla piscina e circondati da un ritmico accostamento di vasi provenienti dal Belgio.

Gli arredi di Roda hanno creato uno spazio dedicato alla conversazione e, adiacente ad esso, il luogo del convivio. Mentre i lettini di Royal Botania, hanno arredato lo spazio destinato al solarium. I due ambienti sono stati virtualmente separati dalla piscina e circondati da un ritmico accostamento di vasi provenienti dal Belgio. La sequenza ritmata dei vasi, in argilla, fatti a mano, svettano maestosi dalla terrazza. La loro distribuzione e l’accostamento delle forme sono stati studiati per creare quinte divisorie tra i diversi luoghi della terrazza. Le piante che li vestono sono come i tessuti d’arredamento: eteree e flessuose nel portamento, accarezzano l’aria ad ogni soffio di vento. Fatti interamente a mano in argilla, colorati con ossidi naturali, sono stati vestiti con specie arboree leggere e vaporose. Aceri e graminacee dal portamento flessuoso, decorano lo spazio e creano una impercettibile barriera con lo spazio esterno. Il terrazzo oggi appare così, come un piccolo paradiso di relax, nel quale è piacevole soggiornare sia durante i caldi pomeriggi assolati, sia nelle sere d’estate, quando le luci della città si affievoliscono per lasciare il passo alla magia delle stelle.

 

Download
brochure

Clicca sul bottone qui sotto per scaricare e visualizzare la brochure del progetto

Marchi