arrow-left Ville

Tra le colline e il lago

Da un’antica casa di famiglia, un moderno appartamento e un bed and breakfast dalla vista straordinaria.

Credits

Interior Designer

Zenucchi Design Code

Photographers

Michele Notarangelo & Andrea Rinaldi

Lovere è un paese lacustre situato sulla sponda nord del Lago dIseo...

Nell’Alto Sebino, in provincia di Bergamo, Lovere è un paesino piccolo piccolo. Il Lago d’Iseo lo accarezza. Delicato, limpido. Colline verdissime lo osservano, lo abbracciano, lo custodiscono. È qui, nel suo cuore, che gli architetti Alberto Marini e Giuseppe Morina hanno guidato un’ambiziosa ristrutturazione. Quella che prima era una casa a torre d’origine quattrocentesca, è oggi un appartamento privato – agli ultimi due piani – e un bed&breakfast che somiglia a una poesia. “La casa del porto”, stanze di luce e arredi lievi. Tra l’edificio e il terrapieno, sul lato che affaccia verso la montagna, vi è ora un’intercapedine ventilata che illumina gli alloggi, e che regala una vista straordinaria sulla vecchia parete in sassi. Mentre al primo piano, l’antica grotta del Quattrocento – ottenuta scavando il tufo destinato alla costruzione – è oggi una piccola zona benessere, una Spa per gli ospiti e per la proprietaria. Grazie allo studio d’architettura, e grazie al team di Zenucchi Design Code, il risultato è un progetto pieno di sorprese, di dettagli, di piccole emozioni. Di un lago che, con le sue acque e la sua magia, illumina un’abitazione che è intima ed è personale.

Tutto è luce, tutto è eleganza.

Nel sottotetto, area giorno, cucina e terrazzo vista lago. Più sotto, zona notte e uno studio che, del bed&breakfast, è reception e accoglienza. Un ascensore raggiunge l’appartamento, col suo parquet in rovere termotrattato e le travi sbiancate per soffitto. Dalle grandi finestre filtra una luce viva. Serena. Abbraccia gli arredi, con le loro sfumature bianche. Accarezza tavolini che paiono sculture, e sospensioni come le bolle soffiate da un bambino. C’è la cucina, che è firmata Varenna ma che è di fatto una realizzazione su misura, con le sue basi opache e le colonne lucide, e c’è il grande divano angolare, modello White di Rodolfo Dordoni (Minotti). C’è un tappeto che è un ricordo di famiglia e c’è un grande tavolo dall’anima ferrea, che poltroncine Hola di Hannes Wettstein (Cassina) circondano con attenzione. Ci sono opere d’arte che poggiano a terra, e sgabelli che sono robusti e sono fieri. Tutto è luce, tutto è eleganza.

Come nella zona notte, con la camera padronale intima e romantica. Il letto in tessuto, i tavolini rivestiti in pelle, modello Bob di Jean-Marie Massaud (2006, Poltrona Frau). L’ordinata cabina armadio Storage (Porro), che porte in cristallo chiudono con discrezione e profili di led illuminano con suggestione. E poi i bagni, limpidi e preziosi. Li disegna la pietra di Fatima, che arriva dal Portogallo e che esperti artigiani hanno posato con esperienza e con amore. Una pietra che riflette la luce, un’abitazione che racconta la vita. Quella di un’antica casa coi suoi sassi e la sua grotta. Quella di un appartamento contemporaneo, elegante, immortale.

Slideshow

Play
Play

Download
brochure

Clicca sul bottone qui sotto per scaricare e visualizzare la brochure del progetto

Marchi