arrow-left Appartamenti

La perfezione nella continuità

Quando stima e fiducia nel progetto regalano un prodotto inimitabile.

Credits

Interior Designer

Zenucchi Design Code

Un gioco di soppalchi per collegare gli spazi.

È proprio questo che succede in questa abitazione sulla colline della media ValCavallina. Edificata nel 2007. Oggi c’erano finalmente da riprendere in mano i disegni di un’abitazione lasciata «a metà». Eccola necessaria sensazione di continuità. Si richiamano allora conosciute maestranze che anni prima avevano seguito per intero i lavori della stessa villa, casa dei genitori: Zenucchi Design Code e l’architetto Paolo Bina ancora uniti per terminare quell’importante e amato progetto. Un’assoluta dimostrazione di fiducia da parte della committenza che ha riposto, per la seconda volta, anima e cuore nelle loro capacità. Una porzione della villa suddivisa su tre piani con annessa piscina e ampio giardino – è stata oggi rivista e abilmente completata. Un gioco di soppalchi ha permesso, come in un circuito, di collegare gli spazi abitativi con naturalezza.

Una continuità progettuale e spaziale davvero geniale.

La cucina e la zona notte si sviluppano al piano terra che si collega abilmente al soppalco tramite un impianto di scale: una continuità progettuale e spaziale davvero geniale. Anche lo studio e la zona soggiorno guardano verso il basso e si godono pezzi di design intermente ripensati da Zenucchi affinché aderissero perfettamente all’idea finale. Una stretta collaborazione con le migliori ditte produttrici ha permesso allora di ottenere grandi elementi d’arredamento totalmente personalizzati.La cucina Alea di Varenna con finiture lucide e piano in nero Africa fiammato spazzolato dialoga con blocco isola sempre di Varenna, sovrastato dalll’originale e personalizzato snack in noce canaletto. La porta della cucina ha richiesto un particolare lavoro in accordo con la Rimadesio per un prodotto finale unico. Anche il tavolo di Molteni e le poltroncine in pelle bianca sono perfette vicino alle madie di Poliform e Porro; il divano in pelle bianca, il Turner di Molteni&C, troneggia nella zona giorno insieme al tappeto di Sartori in patchwork anticato e alle due LC1 di Cassina. Su disegno anche il camino e il portalegna. Una chicca quasi introvabile? La pietra di Zandobbio con venatura nocciola che ricopre il bagno padronale. Un particolare che definisce la grande ricerca di materiali e la bellezza di un lavoro che continua negli anni. Fiducia e stima.

Download
brochure

Clicca sul bottone qui sotto per scaricare e visualizzare la brochure del progetto