arrow-left Appartamenti

Continuità

Quest’ampio appartamento nel cuore di Milano è un ordinato confluire di spazi, colori e geometrie.

Credits

Interior Design

Zenucchi arredamento and Centimetroquadrostudio

Photographer

Zenucchi arredamento

Ci sono case che, davvero, sanno farti viaggiare.

Mappamondi, planisferi. Sculture, dipinti, oggetti antichi. Ci sono case che, davvero, sanno farti viaggiare. Ti portano in un mondo di forme e di colori, d’epoche e di ricordi. Lo fanno coi continenti appesi alle pareti, con librerie piene di pagine e di fotografie. Basta che le accarezzi, quelle case. Che lasci libero il tuo sguardo. Solo in questo modo, perdendosi nei dettagli, ti parlerà di chi – quelle stanze – le vive.

È una casa così, quella che Centimetroquadrostudio ha progettato a Milano, in collaborazione con Zenucchi Design Code. Qui, Giorgio Mangiagalli e Stefano Maffeis hanno disegnato spazi riservati, eleganti, indipendenti. Spazi che, ora, vanno a completare le luminose aree esterne. Spazi che sono pieni di carattere, di personalità. Spazi che elementi connettivi collegano tra loro: talvolta, mimetizzati in ricchi arredi; altre volte, assumendo loro stessi una funzione decorativa. È un percorso fluido, questo elegante appartamento. Spazi che confluiscono gli uni dentro gli altri, materie che si fanno aperture e poi chiusure. È una casa che, pur nei suoi angoli privati, ha barriere leggere. E un design che unisce, sul pavimento in rovere chiaro.

I raggi del sole filtrano dalle enormi porte scorrevoli, realizzate su misura.

I colori sono studiati, misurati. Dominano il nero, il grigio, il bianco: sono loro i protagonisti. Ma sanno fare un passo indietro: quando irrompono il pastello di una sedia, o l’arancio acceso di un vano a giorno, fanno da sfondo. Uno sfondo meraviglioso, acceso dalla luce: perché qui, i raggi del sole, filtrano dalle enormi porte scorrevoli, realizzate su misura in ferro grezzo trattato a cera, con un foglio di lino bianco racchiuso tra i due vetri. Illumina tutto, quella luce. E quando il sole ormai è basso, si fa aiutare dalle lampade. Iconiche e fiere. Nella zona giorno, la Pipe Light-L di Henge illumina la Denny di Rodolfo Dordoni (Minotti), che ha alle spalle una libreria in nicchia col suo ferro grezzo trattato a cena. E poi la parete, coi listelli in noce scuro e – nascosta – la porta a bilico, che conduce alla zona notte. Il grande divano White di Rodolfo Dordoni (Minotti) guarda al terrazzo e, come lui, la zona pranzo.

Download
brochure

Clicca sul bottone qui sotto per scaricare e visualizzare la brochure del progetto

Marchi