Ville

Una vita al lago

Credits

Interior Designer

Zenucchi Design Code

Exterior & Interior Project

Cabras Architetti Associati

Sulle rive del Garda, il rifugio di una famiglia

Nel cuore delle terre del lugana, sulle rive del Garda, nasce questa villa dai tratti lineari e puliti. I committenti sono una famiglia olandese, che ha deciso di creare in questa location una casa in cui rifugiarsi per la maggior parte dell’anno una volta raggiunto l’obiettivo della pensione. Per la realizzazione della loro villa dei sogni, hanno scelto di affidarsi alle sapienti mani di professionisti del settore: lo studio Cabras Architetti Associati, che si è occupato del progetto del building; Zenucchi Design Code al quale si sono rivolti per l’arredo d’appoggio indoor e outdoor e per i tendaggi. Il progetto esterno, sviluppato interamente dallo studio Cabras Architetti Associati, aveva l’obiettivo di conservare e proteggere il rapporto con il paesaggio e la presenza della strada a sud. La casa ospita tre unità residenziali autonome, ma collegate internamente ed esternamente tra loro. L’edificio è stato concepito come una macchina per osservare il paesaggio; pertanto, lo spazio è stato organizzato intorno a due obiettivi principali: creare un percorso interno ed esterno per muoversi in modo fluido da un livello all’altro e da un ambiente all’altro, oltre a controllare l’accesso della luce naturale veicolandola internamente in modo preciso e selezionato. Il volume si presenta in modo molto semplice dalla strada, caratterizzato da una forma piuttosto regolare. All’interno invece, è composto da un volume caratterizzato da ampie aperture. Il volume è circondato da una cortina in muratura che lo protegge verso la strada e lungo i lati corti. A seconda dell’affaccio e del suo orientamento rispetto al sole, sono state praticate delle aperture per veicolare in modo controllato il passaggio della luce e le visuali, il tutto mantenendo un attento rapporto nelle proporzioni tra pieni e vuoti.

Luce zenitale per sottolineare larchitettura e il design

La fascia lungo tutto il fronte sud ospita una spina di servizi ed assolve in parte anche ai collegamenti verticali e orizzontali, intervallati da prese di luce. In particolare, il portale d’ingresso rivela un filtro di luce zenitale che attraversa tutti e tre i livelli della casa principale veicolando l’illuminazione naturale in tutti gli ambienti. Una volta varcata la soglia del portale principale di accesso ha inizio un’esplorazione dei diversi paesaggi che circondano la proprietà. Prevale a nord il paesaggio lacustre e alpino, mentre verso sud il paesaggio più morbido e sinuoso delle colline e della pianura. L’intero edificio diventa un percorso esplorativo che assolve il compito di accompagnare il visitatore nel confronto con i paesaggi che circondano questo luogo. L’edificio, in quanto strumento, diviene un cannocchiale che avvolge l’osservatore e lo protegge dalla vastità del paesaggio; la sensazione di essere sempre avvolti e protetti scrutando il vasto orizzonte è una costante di questa esperienza. Al livello più alto, il piano attico, l’esplorazione dei paesaggi culmina con una piccola apertura che discretamente incornicia le colline del lugana verso sud; una grande terrazza verso nord invece si affaccia sul Monte Baldo. La punteggiatura inserita da Zenucchi Design Code doveva quindi essere all’altezza di una scenografia così studiata e perfetta. Da qui, la scelta di brand di alto livello come Minotti, Flexform, Gallotti e Radice, e pezzi iconici di design firmati da Cassina e Vitra. Tende morbide realizzate su misura ammorbidiscono le linee e filtrano la luce che illumina gli spazi della casa. Un’esperienza di relax e appagamento che passa attraverso tutti i sensi e le percezioni.