arrow-left Ville

Silente Solennità

Una casa contemporanea per una famiglia dinamica con tutto ciò che è necessario, moderno e confortevole. E una terrazza da sogno.

Credits

Interior Designer

Zenucchi Design Code

Nella dimora, un tracciato di purismi e arte classica eleva spazi e desta stupore

Silenzio ieratico, quasi museale. Un silenzio non di vuoto o di assenza, ma di rispetto e solennità. È l’aria di questa casa, una dimora senza ridondanze, essenziale nelle sue linee, ma di un’eleganza che si insinua in ogni interstizio. Il progetto parla chiaro: elementi di impatto, pochi, non serve stracolmare, in spazi dai volumi molto generosi, che hanno fatto della geometria la propria ragion d’essere. E l’eccesso va piallato, se possibile. E lo stupore va alimentato da materiali dall’essenza nobile, in un tripudio di marmo e pietra basaltina, che si fan maestosi protagonisti di uno spazio studiato per accogliere nella stupefazione. La luce riempie e disincanta: ferme in cornici dorate, in uno scenario di purezza e linee dritte, le opere classiche si fanno attrici di una bellezza consapevole. Riempiono e muovono, catalizzano e al contempo armonizzano. Nulla è casuale. Lo spazio giorno e notte è tutto sullo stesso livello, anche se le due aree son ben distinte, a partire dalla pavimentazione: pietra basaltina per il giorno, parquet per la notte. L’imponente living, un lungo parallelepipedo caratterizzato da una vetrata conclusiva a tutta parete, accoglie in zone distinte spazi di vita. Ogni tappeto è realizzato artigianalmente con una particolare fibra derivante dalla cellulosa e dall’alta proprietà riflettente. Gli arredi, ricercati, in pelle, sono Minotti: i divani in nabuk, la poltrona con poggiapiedi per un totale relax, il pouf colorato, le poltroncine del tavolo in tessuto con retro in pelle. Sempre nel living, l’elegante pietra basaltina del pavimento è scaldata dalla boiserie lignea, in rovere termotrattato, realizzata a misura, che include la zona tv, la zona camino e una serie di armadi contenitori.

La struttura corre in un continuum risvoltando allingresso e unendosi, poi, al vano scala di accesso alla dimora.

Qui il progetto è stato ex novo: pareti abbattute per dare maggior ariosità, pietra basaltina che corre anche sulle pareti quasi fosse un liquido che cola in un contenitore, rivestendo anche pedata e alzata. Il parapetto in vetro e la barriera si inseriscono direttamente nella pietra in un fresata realizzata ad hoc. Il vano ascensore privato, sempre all’ingresso, è rivestito da ferro grezzo cerato. Dal disimpegno che fa da perno alla dimora si accede a un lungo corridoio che pare arteria della casa, con un’illuminazione architetturale volta ad esaltare le opere esposte. La luce è protagonista funzionale, studiata proprio per far risaltare al meglio le opere esposte, grande passione del proprietario che ha costruito la sua dimora attorno ad esse. Nessun elemento di disturbo, anche le porte, Rimadesio, design Giuseppe Bavuso, scompaiono sulla superficie liscia. Strette aperture che introducono in nuovi ambienti. Nessuna ridondanza, tanta purezza di forme. Nella camera padronale, come nel living, il gusto è elegante, laddove il made in Italy artigianale impera: dal letto in pelle alle coperte di lana, dalle tende morbide e drappeggiate al tappeto artigianale in fibra cangiante. Meraviglia di materiali anche nel bagno padronale. Impossibile non restare incantati dal marmo Grigio Carnico che riveste la zona doccia, realizzata su misura, e il lavabo: la sua particolare conformazione a macchia aperta si nota nella continuità delle venature bianche presenti su tutta la superficie. L’eleganza, qui, è parte intrinseca della casa, in un progetto studiato al dettaglio per stupire, per accogliere corpo e anima, nella bellezza di opere senza tempo.

Download
brochure

Clicca sul bottone qui sotto per scaricare e visualizzare la brochure del progetto