SALONE DEL MOBILE 2019

 width=

Nuovi format espositivi, l‘omaggio a Leonardo da Vinci e l’apertura con un concerto del maestro Riccardo Chailly, sono le novità più rilevanti della 58esima edizione del Salone del Mobile, rassegna internazionale dell’arredamento, presentata oggi a Milano e che si terrà dal 9 al 14 aprile nei padiglioni di Fiera Milano a Rho. Dopo il nuovo corso varato nel 2018 con il Manifesto, il Salone punta nuovamente i riflettori sulla centralità di Milano, e sulla capacità creativa della rete industriale.

Il Salone del Mobile ha anche scelto di celebrare Leonardo nel cuore di Milano, presso la Conca dell’Incoronata, con Acqua,  un’installazione dedicata ai suoi studi sull’acqua. Quest’anno il Salone, che ha stretto un accordo triennale con la Fondazione Teatro alla Scala, si aprirà con un grande concerto: il maestro Riccardo Chailly, dirige le Ouverture da Semiramide e Guglielmo Tell di Gioachino Rossini.

Per il macrosistema arredamento nel 2018 i segnali positivi sono arrivati sia dal mercato interno, con un aumento della produzione destinata al mercato nazionale del +3,1% rispetto al  2017, sia dall’export che ha mantenuto un segno positivo costante: nel segmento dell’alto di gamma le aziende italiane hanno conquistato la quota principale su tutti i mercati. Nella prossima edizione tornano le biennali Euroluce e Workplace3.0. quest’ultima con una modalità espositiva rinnovata, per mettere in scena al meglio l’evoluzione dell’idea di ambiente lavorativo, sempre più spazio aperto alla condivisione professionale e alla contaminazione con altre attività quotidiane. Circa 550 saranno, invece, i protagonisti del 22esimo SaloneSatellite. Tema di quest’anno “Food as a Design Object”.