Ville

Rinascita

Una casa contemporanea per una famiglia dinamica con tutto ciò che è necessario, moderno e confortevole. E una terrazza da sogno.

Credits

Interior Designer

Zenucchi Design Code

Nella bergamasca una favola Liberty datata 1905.

Storia: historia come ispezione del passato, come studio di fonti, di documenti che riconducono in auge il sapere, quella magistra vitae alla quale ci riferiamo ogni volta che abbiamo bisogno di illuminare certezze. Quella storia che è «un grande presente, e mai solamente un passato», fonte di insegnamento e di confronto. È proprio da qui che diparte il racconto di questo edificio che vede i suoi natali all’inizio del XX secolo, 1905 d.C. sulla linea del tempo. L’idea progettuale è stata quella di risollevare l’anima del Liberty bergamasco d’inizio secolo passato, già impregnata nell’abitazione, e di farla volare nella conca d’oro; è stata quella di seguire «uno stile nuovo, totalmente originale rispetto a quelli allora in voga con un accentuato linearismo e un’eleganza decorative davvero evidenti». Merito della paziente ricostruzione dell’architetto Leonardo Togni e delle maestranze coinvolte, se la casa oggi si vanta di materiali più unici che rari. Uno strato di marmo, lungo secoli, percorre la zona giorno dell’abitazione, un piano in seminato veneziano con marmo di Candoglia – quello della Madonnina, quasi impossibile da ottenere, è stato recuperato e inserito ad hoc per ridare verbo ai materiali locali ai quali tanto l’architetto Togni tiene.

Quelle essenze che hanno caratterizzato la bergamasca

«Ho voluto dare risalto a quelle pietre – il rosso Verona, il Botticino -, a quei legni tipici della zona, a quelle essenze che hanno caratterizzato la bergamasca, al massimo qualche chilometro oltre, per evitare di sminuire la bellezza originaria della casa». Anche le tinte si accostano perfettamente al progetto. Un adeguamento alla «località» allora. Un omaggio alla storia che ancora oggi si rivive in quella moto Guzzi, targa Bg, rosso fuoco, che è nata proprio lì a cavallo del secolo, quasi coetanee, con sede di produzione a Mandello del Lario, a qualche passo dal Lago di Como. E all’interno dell’abitazione solo l’indispensabile: qualche complemento d’arredo macchia di colore e poi via, per godere dell’inevitabile bellezza della natura. Una vecchia Grundig, vintage perché non si offenda, segna le 11.29, un orario buono per correre a preparare il pranzo o per sgattaiolare per la città con la dueruote fiammante, o per ritornare lenti e placidi a riposare stesi su una coperta viola davanti ad un salotto blu e ad un grande cuore vermiglio perfettamente regolare, il cui battito è solo da immaginare.

Download
brochure

Clicca sul bottone qui sotto per scaricare e visualizzare la brochure del progetto